21 aprile 2016: meditiamo per spegnere i pensieri negativi

Nell’mbito delle serate riservate ai soci dell’associazione il 21 aprile proporremo un incontro di meditazione.
La meditazione «spegne» i pensieri nocivi. Lo dimostra la risonanza magnetica
L’ azione si esercita su una sorta di motore interno automatico di pensieri che genera un continuo emergere di idee, ricordi, immagini, timori
Il sistema coinvolto è il cosiddetto «Default Mode Network».
Nelle persone allenate l’ effetto prosegue anche dopo il momento dell’ esercizio. Fonte Corriere della sera – Archivio

Condurrà la serata Liliana Atz, plsicologa, istruttrice e Shiatsu terapeuta, insegnante di Tai Chi Chi Gong, docente abilitata all’insegnamento di Enneagramma A.I.E., autrice dei “Quaderni di EnneaMediCina” – Fontana Editore 2015.

Incontro di meditazione 11.12.2013

La meditazione riduce l’impatto emozionale del dolore perchè permette al cervello di “prevedere” l’arrivo della sensazione e quindi di affrontarla in modo più preparato.

Lo afferma una ricerca dell’Università di Manchester (Regno Unito), che ha reclutato persone con diversi anni di esperienza in queste pratiche monitorandone l’attività cerebrale.

Secondo lo studio, pubblicato dalla rivista Pain, la corteccia prefrontale e altre parti del cervello dei soggetti che praticano la meditazione è in grado di anticipare l’arrivo del dolore provocato da un laser, e l’effetto si è rivelato maggiore in coloro che meditavano da più tempo.

Serata a partecipazione libera.
Gardolo (TN) 11.12.2013 ore 20.00