Tai Chi “anti age”: l’arma della tradizione contro l’invecchiamento

Praticare il Tai Chi può aiutare ad allungare la vita. Un nuovo studio pubblicato su Cell Transplantation ha infatti svelato che questa arte marziale tradizionale proveniente dalla Cina potrebbe contrastare l’invecchiamento aumentando il numero di un particolare tipo di cellule, quelle che esprimo sulla loro superficie la proteina CD34+, considerate indicatrici della presenza di cellule staminali del sangue coinvolte nel rinnovamento, nel differenziamento e nella proliferazione cellulare.

Dettagli

Pensiero di Luce

L’intelligenza dell’uomo dipende dallo stato dei suoi vari organi: fegato, stomaco, intestino… Se tutte le cellule del suo corpo non svolgono correttamente il loro lavoro, la sua capacità di pensare e giudicare ne sarà intaccata: egli potrà leggere e studiare, ma in tutte le sue riflessioni si proietteranno tinte fosche e deformazioni provenienti dal cattivo funzionamento dei suoi organi.

Dettagli