Formazione per Operatore in EnneaMediCina – riconosciuto IPRASE docenti e non docenti

                                     INDICE Obiettivi del corso Struttura del corso A chi è rivolto Percorso formativo del biennio Metodologie didattiche Materiale didattico Requisiti di ammissione Assenze Esame e frequenza Regolamento Codice etico Docenti Calendario lezioni Orari e sede Costi Patrocinio…

Lo sport rende più “intelligenti”? Sport anti invecchiamento

Articolo a cura di Adriano Dell’Eva Perché il movimento nel gioco e lo sport sono così importanti per la crescita e per la conservazione dello stato di salute fisico e mentale? “… consideriamo il movimento umano, un mezzo fondamentale di educazione, il filo conduttore attorno a cui si costruisce l’unità della persona fisica e mentale…”…

Cibo per il cervello secondo il neuroimaging

Dimmi come mangi e ti dirò come sta il tuo cervello. Con la risonanza magnetica si vede che alcuni nutrienti sostengono le connessioni cerebrali e, conseguentemente, le performances cognitive. Studio dell’Università dell’Illinois: vince la dieta Mediterranea. Protagonisti gli alimenti della dieta Mediterranea. Il cibo per il cervello è il seguente: omega-3, licopene e carotenoidi, vitamine…

Curarsi con Yin e Yang, l’Oms sdogana la medicina cinese

L’Organizzazione Mondiale della Sanità “sdogana” termini come Yin e Yang o energia vitale. La medicina tradizionale cinese, verrà infatti inserita nel prossimo compendio medico globale. Un’apertura che segue quella nei confronti dell’agopuntura e che non ha mancato di attirare l’attenzione della rivista Nature. Il riconoscimento ufficiale sarà introdotto nell’11/ma edizione della Classificazione Internazionale delle Malattie…

La PNEI secondo l’antica visione orientale

Le antiche “pratiche di lunga vita” di matrice sciamanica, si perdono nella notte dei tempi della storia cinese.
In un mondo pericoloso e misterioso, l’uomo dell’antichità cercò il modo di armonizzarsi e di sopravvivere nell’ambiente in cui viveva. Attraverso l’osservazione delle leggi di natura, egli cercò di interpretare il volere di “Di”, l’inconoscibile divinità suprema.